Turismo enogastronomico in Emilia Romagna

25 07 2007

Poche ore fa si è consumato un vivace dibattito politico presso la sede della Regione Emilia Romagna, dove gli esponenti di FI, Villani e Filippi, in una interrogazione hanno chiesto alle Giunte la motivazione per cui il Parmigiano Reggiano non sia entrato a far parte dei dieci prodotti alimentari coinvolti nell’iter che la UE, assieme alla Cina sta portando avanti per la tutela dei prodotti di indicazione geografica tipica.

Mi riallaccio a questi fatti perchè è bene sottolineare quanto sia importante per il turismo  la tutela dei prodotti tipici. Tra questi il Parmigiano Reggiano ne è un esempio ed alla strgua di altri marhi prestigiosi conosciuti all’estero anch’esso partecipa all’export del marchio Emilia Romagna nel mondo.

parmigiano-reggiano.jpg

Il turismo enogastronomico emiliano è ricco di iniziative, eventi ed itinerari, lungo tutto il suo territorio. Vero è che il lato turistico emiliano è da sempre conosciuto tramite la Riviera e le sue follie mondane. Non da meno però è l’entroterra che può contare sulla vastità di gran parte della Pianura Padana, ma anche su storia ed arte. Nel V secolo Ravenna fu per un breve periodo capitale dell’Impero Romano d’Occidente e questo fece si che il territorio emiliano diventasse il centro di irradiazione artistica del periodo, come testimoniano la grande quantità di mausolei e chiese paleocristiane. Emiliani erano i Carracci, il Gianbologna, il Domenichino, il Guercino ed il Parmigianino. Questi ed altri artisti che si sono succeduti in queste terre nei secoli, hanno lasciato opere di immenso valore che arricchiscono ancora di più il valore artistico di questa terra.

Il turismo enogastronomico è assieme a quello congressuale (in particolare nel riminese) la forma di turismo di nuova generazione più in voga negli ultimi anni in Emilia Romagna. Ci sono una grande quantità di itinerari, dove il turista, partendo da un punto della regione si può immergere nel paesaggio e nei sapori dei luoghi. Prodotti DOP e IGP che è possibile assaporare nei pressi di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, sull’Appennino Reggiano, Modenee, nell’imolese, dove si possono trovare molti castelli, all’interno dei quali non è difficile trovare sedi di enoteche o ristoranti tipici. A Dozza, ad esempio, il Castello è la sede dell’Enoteca Regionale Emilia-Romagna, sorta nel 1970 per iniziativa del Comune di Dozza, della Pro Loco e di alcuni produttori locali. 

Alcuni degli itinerari enogastronomici più interessanti li potete trovare su: discoveritalia.

Annunci

Azioni

Information

3 responses

2 08 2013
Jerri

Hey there! I just wanted to ask if you ever have any problems with hackers?

My last blog (wordpress) was hacked and I ended up losing several
weeks of hard work due to no data backup.
Do you have any solutions to prevent hackers?

4 09 2013
friends-of-tracking-data.org

At first I was a little overwhelmed by the sheer amount of information, so I started using just a few of
the tools and resources that I knew I needed. If you decide
to become serious in the Internet Marketing field, check
out some of the programs or products available. marketers, like other business leaders, learn and improve their skills with.

16 09 2013
Movers Singapore

Wow that was unusual. I just wrote an extremely long comment but after I clicked submit my comment didn’t show up.

Grrrr… well I’m not writing all that over again.
Anyway, just wanted to say superb blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: