Cultura ed emigrazione: le due facce di Kasserine

7 08 2007

Se dico Kasserine, Tunisia, forse a nessuno viene in mente nulla. O forse agli appassionati di motori viene in mente la tappa del Rally de Tunisie, che da queste parti passa ogni anno. La regione di Kasserine è in una zona pre-desertica dove è possibile iniziare a gustare il sapore che ha la sabbia del più famoso deserto del mondo, il Sahara. E’ proprio per questo che ogni anno è tappa obbligata del Rally.

Probabilmente, però, l’evento che l’ha resa celebre in tutto il mondo è stato un evento storico. Si tratta dello scontro che avvenne presso queste terre tra i soldati americani e le truppe tedesche comandate dal feldmaresciallo Rommell. La battaglia si svolse tra il 19 e il 25 febbraio del 1943 e vide prevalere le truppe tedesche. L’importanza di questa battaglia fu quella di aver rappresentato per la prima volta uno scontro su grande scala tra gli americani ed i tedeschi. Per avere un’idea di quale fosse lo scenario sarebbe meglio dare un’occhiata a questa cartina.

Kasserine è famosa anche per altri motivi tristemente in voga nell’attualità delle nostre cronache. La povertà e l’emigrazione verso terre più ricche, tra cui anche l’Italia. A Kasserine la popolazione si arrangia con quello che può e i tassi di disoccupazione sono ancora altissimi, tanto che ormai la maggior parte della popolazione è composta da donne e bambini. Gli uomini sono costretti a tentare la fortuna dapprima verso le terre più a nord, quelle della Tunisia Mediterranea, altrimenti la via di fuga è il Mediterraneo e l’Europa. Nonostante la povertà la gente si mostra molto ospitale nei confronti degli stranieri, anche se si deve sempre fare attnzione, trattandosi di popolazioni ancora molto lontane dalla logica consumistica e confusionaria del turismo massificato.

Seppur famosa per il deserto ed il territorio pressochè intatto ed incontaminato dall’impronta umana, nella regione di Kasserine ci sono anche alcuni siti archeologici di notevole importanza da poter visitare. Uno dei più importanti e famosi è sicuramente il sito di Cillium, un’antica città che attorno al III secolo a.C. conobbe il suo punto di massimo splendore. Qui si conservano le rovine, quasi intatte di un bellissimo teatro ed un arco trionfale. Di fondazione romana è anche Sbitla, antica città fondata dai romani della quale, anche in questo caso, rimangono notevoli vestigia ben tenute.

Nelle immediate vicinanze del Monte Chambi, la Riserve Naturelle, che regala agli occhi, non solo la flora pre-desertica della regione, ma anche spettacolari colpi d’occhio che non fanno assolutamente pentire chi ha scelto questa parte del paese ai più tradizionali circuiti turistici.

A proposito di colpo d’occhio, non si può prescindere dal fare una vista al Grand Canyon di Kasserine dove è possibile anche gadare il fiume che vi passa al suo interno e risalirlo per un certo tratto. Tutti quelli che lo hanno fatto hanno detto che si tratta di un’esperienza molto divertente e suggestiva. Per farvi un’idea di cosa è possibile fare in questa regione ricca, come avete visto, di storia e di cultura, andate a visitare il sito del turismo di Kasserine

A sottolineare l’importanza archeologica che questa regione riveste, il comune di Alessandria ha promosso, assieme al Ministero tunisino degli Affari Sociali, della Solidarietà e dei Tunisini all’Estero, il Ministero tunisino degli Affari della Donna della Famiglia, dell’Infanzia, il Governatorato di Kasserine, l’ICS d’Alessandria e la Regione Piemonte. Si tratta di due campi di lavoro volontario organizzati dall’OIM (Organisation Internationale pour les Migrations). I campi avranno luogo in Tunisia, il primo a Mahdia dal 22 al 30 agosto 2007, il secondo, appunto, a Kasserine dal 2 al 10 settembre 2007. Ad ogni campo potranno partecipare 3 giovani italiani e 2 francesi di età compresa tra 18 e 25 anni. Il programma prevede lavori di riabilitazione dei siti archeologici di Kasserine e Mahdia, nonchè dibattiti e confronti su temi quali: migrazione, razzismo, sviluppo e cooperazione.

Ha davvero l’aria di essere una di quelle iniziative interessanti, quelle che a noi di TP piace venire a conoscenza e rendervi partecipi. Nella speranza che appreziate i nostri sforzi, vi auguro buone vacanze.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: