Sinaloa, da paradiso incontaminato a terra di conquista

10 08 2007

Vorrei parlarvi  del Sinaloa, uno stato federato del Messico che si sviluppa lungo la costa del pacifico e si affaccia di fronte alla Baja California. Culiacàn, la capitale dello stato, dove è possibile osservare magnifiche architetture tipiche di questa zona del paese e svariati centri culturali, dove poter apprendere di quanto sia radicata la tradizione da queste parti. A Los Mochis c’è Farallon Island, dove si possono osservare moltissime specie di uccelli e leoni marini. E poi c’è il porto di Mazatlan con una magnifica vista sul Pacifico.

Questi sono soltanto alcuni dei bellissimi posti del Messico, che però da alcuni anni sono al centro di controversie tra i vecchi proprietari terrieri e le multinazionali che ne vorrebbero fare dei nuovi paradisi turistici e non solo.

terns_islaelrancho_sinaloa.jpg

Ma conquistare, estromettere ed entrare in possesso “truffaldinamente” delle terre di chi le abita e le coltiva da secoli. No, non è questa la giusta filosofia per fare del turismo responsabile. Ma purtroppo è quello che apprendo dalle notizie che arrivano dal Messico e più precisamente da “Tra l’albero ed il bosco” , uno dei tanti comunicati che l’EZLN del Subcomandante Marcos stà diffondendo in questi anni.

Si apprende che a seguito dell’istituzione del PROCEDE (Programma di Certificazione di Diritti Ejidales e Titolo di Proprietà), che consiste nella rinuncia di titoli di possesso individuali degli appezzamenti che ogni famiglia di ejidatarios o comuneros coltiva, molti terreni in mano ai comuneros e agli ejidatarios sono minacciati dagli investimenti starnieri. La ricca tradizione messicana rischia così di andare in frantumi. E’ quadruplicata l’influenza che da queste parti ha il Dollaro, ed i principali gruppi che hanno ricevuto denunce penali per abuso di proprietà in ejidos e comunità  (club di golf, parchi tematici e centri turistici), sono di proprietà americana (Hotel Fiesta Americana, Sheraton, Hotel Hilton, Holiday Inn, Hotel Radisson Flamingos, Hyatt, Presidente Intercontinenta l). Alla faccia del muro di confine!

Per saperne di più: (via), (via), (via), (via).

 

 

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: