Marion e Eduardo, le due lacrime del Sudafrica

11 08 2007

marion.jpg

Isola Marion

Le Isole Marion e Principe Eduardo sono due piccolissimi atolli situati a metà strada tra il Sudafrica e l’Antartide, due lacrime nell’Oceano Indiano. A poco meno di 1000 miglia nautiche dalle isole, a 1.770 km. di distanza, si trova Port Elizabeth, in Sudafrica. Entrambe le isole son odi origine vulcanica. Proprio l’isola di Marion si trova al di sopra di un enorme vulcano marino che prima del 1980, anno dell’ultima eruzione, si pensava non più attivo.

Le isole furono scoperte da Marc-Joseph Marion du Fresne, che vi si trovò per caso, mentre era sulla rotta della presunta scoperta dell’Antartide, che si pensava esistesse ma nessuno lo era mai riuscito a scoprire. Tra il 1947 e il 1948 vennero annesse dal Sudafrica, che istituì una stazione metereologica sull’isola di Marion. Ovviamente non è facile trovare umani su quest’isola, se non i residenti biologi e metereologi che si occupano di studiare il territorio.

Ma si trovano tantissime specie di pinguini, leoni marini e a volte si può riuscire ad osservare anche qualche iceberg. La cosa curiosa è che fino a qualche anno fà era possibile trovarci anche i gatti. Molti gatti. Introdotti dal governo sudafricano per combattere i tanti insetti, furono via via sterminati proprio dall’uomo perchè erano diventati migliaia e minacciavano alcune specie di procellarie. Anche se credo che sia quasi impossibile accedervi, tranne se non siete dei ricercatori, credo che sia eccezionale sapere quanto sia vasta la terra e quanti luoghi ci sono che noi non conosciamo. Comunque ho trovato molto curioso CIFR, l’unico sito in italiano che mi abbia saputo dare qualche informazione in più riguardo a queste isole. Si tratta di un sito di collezionisti di francobolli. Tra le collezioni ho trovato anche la collezione di tutte le buste e i francobolli che abbiano avuto a che fare con i centri di ricerca all’Antardide, oppure con le navi postali che hanno fatto rotta nei loro paragi.

Questo potrebbe essere il lato turistico da trovare in queste sperdute isole sudafricane.

 

 

Annunci

Azioni

Information

One response

20 09 2009
alessandro

trovo un errore lapalissiano: i gatti non sono stati rilasciati per cacciare gli insetti, bensì per sterminare i topi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: