Scandalo alla NAS di Sydney, i Cattolici protestano

1 09 2007

Se vi trovate in Australia, e più precisamente a Sydney, non potete fare a meno di andare a vedere l’ultima opera di Priscilla Bracks, esposta alla National Art School, che si trova a Darlinghurst, vicino al Woolloomooloo (map).

In queste ore si sta consumando un vero e proprio scandalo religioso. Ricordate le vignette di Maometto e quello che ne derivò subito dopo la loro pubblicazione su quel giornale danese? Ecco, nel paese dei canguri in questo momento sta accadendo lo stesso, ma a religioni invertite. “E’ molto spiacevole che la gente, a spese della fede cristiana, si prenda liberta’ che non si prenderebbe con altre religioni”. Lo ha detto Glynis Quinlan, portacvoce della comunità cristiana australiana, che conta più di 20 milioni di fedeli australiani.

Il quadro oggetto di tutte queste proteste è intitolato “Orientali barbuti” ed è stato selezionato per partecipare al premio Blake, un concorso dedicato all’arte sacra del ventunesimo secolo. ma l’opera della Bracks non è l’unica a fare scandalo. Infatti, insieme alle altre 500 opere in concorso esposte alla NAS, c’è un altro artista, Luke Sullivan, che ha ritratto la Madonna con capo e busto ricoperti dal burqa, tanto che in queste ore la NAS è diventata il centro di irradiazione dell’arte sacra australiana, ma soprattutto la Piazza Tienanmen della libertà d’espressione.

Sostenendo che l’opera è soltanto un porsi delle domande riguardo al rapporto tra i media, la cultura popolare e lo sviluppo della fede, della storia e dell’ideologia, la Bracks si è difesa così dalle accuse che si sono mosse contro di lei e la sua opera, anche da parte del leader laburista, Kevin Rudd. “This work is concerned with relationships between contemporary popular culture, and the futures we (for better or for worse) create. It is not intended as a statement but rather as a means to ask questions. In particular, I’m questioning the relationships between media, popular culture, and the development of truth, history and ideology”.

Le altre opere di Priscilla Bracks è possibile ammirarle sul suo sito personale. Tra le tante emerge per leggerezza di espressione e intensità dei colori, tipica di artisti pop anni ’80, il ciclo “Making the Empire cross”. Sono svariate rappresentazioni di Barbie armate di missili fino al collo e un George W. Bush che cavalca un missile.

 

Annunci

Azioni

Information

5 responses

1 09 2007
Chiara*

I religiosi dovrebbero capire che è finita l’epoca delle crociate…..

1 09 2007
Artemisia65

a parte il fatto che nessuno può arrogarsi il diritto di dissacrare i simboli religiosi di qualsivoglia religione
è una questione di rispetto e considerazione delle altrui vite
una barbie coi missili?
eddai ci abbiamo giocato + o – tutte con le barbie in un’epoca innocente
è come associare i bimbi alla guerra
e queste cose bisognerebbe combatterle non far dei quadri
non lo sò..forse sono io..ma come madre mi sento in pericolo guardando quella barbie

1 09 2007
3nom1s

Il mondo si divide in liberisti e conservatori. E’ sempre stato così. Dicevo alcuni giorni fà ad un amico, che quando si parla di religione si dovrebbe lasciare da parte la politica ed essere più diplomatici. Ce l’ho con quelli che non accettano di buon rado che più della metà del mondo è aggrappata alla religione o ad una superstizione, e con quella ci tira avanti il lunario della sua esistenza.
Libertà di informazione e di espressione. Cosa intendiamo con ciò? Oggi la legge stabilisce che è reato anche fare le corna dal finestrino dell’automobile. E perchè ci stupiamo allora se qualcuno chiede un pò più di rispetto per il padre di quanti credono ne siano i figli. E fidatevi sono tantissimi.
D’altro canto non credo sia giusto colpevolizzare l’artista australiana per le “Barbie armate”. E’ vero ognuno ha le sue opinioni al riguardo e l’arte, sacra o profana che sia, serve proprio per farci delle domande o a provocare in noi gioia o sgomento. E in questo la Bracks ha centrato in pieno il suo obiettivo.
3nom1s

1 09 2007
francesco7

ciao, grazie del tuo commento profondissimo e poetico.

1 09 2007
3nom1s

Di nulla, anzi, complimenti a te per tutto quello che scrivi, non è facile…è stata una bella scoperta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: