Tutto tace a Singapore, ma guai a…

30 09 2007

Singapore, l’isola che non c’è. Una crosticina di terra che sembra essersi staccata per caso dalla Malaysia. In realtà ci sono molte isole più piccole, 63 per l’esattezza, di cui Singapore è la più grande e la più importante. a partire dagli anni ’60 la concentrazione urbana si è espansa in modo incredibilmente veloce, tanto da rendere l’isola di Singapore una grande metropoli, oltre ad essere considerato ad oggi lo stato più popoloso del pianeta (più di 4 milioni di abitanti in soli 697 Km quadrati), con un tasso di crescita della popolazione del 1,3%. Dal sito della Farnesina viaggiare sicuri non si riscontrano problemi di alcun genere, tanto da poter considerare Singapore uno dei paesi orientali più sicuri. Tuttavia qualche consiglio logistico e di sicurezza è bene fornirlo. 

Il fuso orario rispetto all’Italia è di 7 ore avanti, 6 quando in Italia vige l’ora legale. Tutti parlano l’inglese, una delle 4 lingue ufficiali. Le altre sono il Malay o malese, il mandarino ed il tamil. Mentre la religione più diffusa è il buddismo, seguito dall’islam e dal cattolicesimo. Si possono utilizzare i telefoni cellulari direttamente attraverso il vostro gestore italiano, mentre è bene stare attenti a telefonare mentre siete alla guida (vale la patente italiana con traduzione in inglese fornita dall’ambasciata, oppure quella internazionale) perchè il rischio va da una sanzione alla confisca del telefonino.

Sia che avete intenzione di fermarvi a soggiornare a Singapore, sia che vogliate proseguire per altri paesi, è bene ricordare che il passaporto (vale anche la carta d’identità valida per l’espatrio) deve essere valido almeno per sei mesi. Se per i minori sono richieste condizioni particolari, sia per chi viaggia per affari sia per chi viaggia per turismo (30 giorni), non è richiesto alcun tipo di visto. E’ vietata, tra le altre cose, l’importazione di specie in pericolo di fauna selvatica e dei loro sottoprodotti, mentre cani, gatti ed altri animali domestici possono essere importati se sono accompagnati da un permesso d’importazione o da un’altra autorizzazione emessa dall’Agri-food and Veterinary Authority of Singapore.

Tra i divieti risulta essere proibito fumare negli ambienti chiusi (centri commerciali, ristoranti, alberghi ecc.), gettare rifiuti per la strada, imbrattare muri con graffiti, mangiare o bere sui mezzi di trasporto pubblici. Curioso il fatto che è proibito importare chewing-gum, ma per i turisti stranieri, a seguito di un accordo bilaterale con gli U.S.A, è possibile farne uso (ma solo a scopo terapeutico!?) E udite udite, fattoni di tutto il mondo: qualsiasi cosa vi passi per la testa, non vi fate venire in mente di usare, portare con voi o quantomeno spacciare alcun tipo di sostanza stupefacente, seppur in minima quantità. La pena prevista per tale infrazione è la PENA DI MORTE!

Inoltre è bene ricordare a quanti puntano a Singapore come meta per fare turismo sessuale, che gli abusi sessuali e le violenze ai minori sono severamente puniti, con pene anche corporali (!) in aggiunta a pesanti pene detentive. E in aggiunta ci sono anche le pene al rientro in Italia, sulla base delle pene previste nel nostro paese. Riguardo alla sicurezza sanitaria, il paese offre strutture ospedaliere all’avanguardia, ma i costi sono piuttosto alti, quindi si consiglia di adottare qualche tipo di assicurazione. Riguardo a malattie particolari. Nel Settembre 2005 si sono registrati aumenti di casi di febbre dengue. Sebbene le autorità risposero in modo tempestivo, sarebbe meglio adottare prodotti repellenti agli insetti. Così come sarebbe meglio evitare di mangiare alimenti a base di pollame, visti i casi (anche se sporadici) di influenza aviaria nei paesi circostanti.

Per concludere, ecco un piccolo riassunto di alcuni dei divieti più curiosi di Singapore:

  • -divieto di masticare (ma anche solo di possedere) chewing gum (ma abbiamo visto come raggirarlo…)                                                                        

  • -divieto di gettare la cenere delle sigarette in strada (!)

  • -divieto di avere rapporti sessuali orali con la propria moglie (!)

  • -divieto di gettare carte per terra

  • -divieto di mangiare nella metropolitana

  • -divieto di dar da mangiare agli animali

  • -divieto di urinare nelle ascensori!!!

  • -divieto di sporcare il suolo pubblico

  • -OBBLIGO di tirare lo sciacquone! Altrimenti sono 150 dollari di multa!!

(via)

 

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: